“Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo.”

Henry Ford, imprenditore statunitense

Indirizzo

Via del Giordano 33,
00144 Roma

Attività associative

Iscriviti

È possibile iscriversi compilando il formulario nella pagina dedicata

News

Ottobre 11, 2023

NESSUN CONDOMINO PUO’ RICHIEDERE I DANNI PER I DISAGI PATITI A SEGUITO DELLA REALIZZAZIONE DI LAVORI STRAORDINARI REGOLARMENTE APPROVATI

In tema di condominio, i temporanei disagi patiti nelle proprietà esclusive dei condòmini, derivanti dai lavori di manutenzione delle parti comuni deliberati dall’assemblea condominiale, nella misura in cui i lavori siano necessari allo scopo e vengano eseguiti con modalità e tempi proporzionati rispetto alla natura dell’intervento, non sono danni conseguenti ad un fatto illecito, ma sono svantaggi che derivano da un atto lecito, cioè la delibera assembleare, e devono essere sopportati dai condòmini che, dalle singole proprietà, di regola, traggono dei vantaggi.

A cura di:
Avv. Marco Saraz
Direttore Centro Studi Nazionale AP

TAGS: